Q&A – Rispondendo alle vostre domande.

6 Novembre 2017

Q&A – Rispondendo alle vostre domande.

0 Comments

Qualche giorno fa ho postato sui miei profili social di Instagram e Facebook, una foto destinata al Q&A sotto la quale era possibile farmi tutte le domande inerenti al mio percorso. 

Allenamento – Alimentazione – Crescita Interiore

Racconterò e risponderò solo in base al MIO percorso e a ciò che ho fatto e che sto facendo. Non sono qui per dirvi cosa è giusto o sbagliato fare, perchè non sono una nutrizionista e una personal trainer. Non ho studiato e non ne ho le competenze. Ciò che so è solamente grazie alla mia curiosità, che mi ha portata ad informarvi attraverso articoli e libri.

Quindi se vuoi sapere come aumentare il metabolismo o quali esercizi fare per togliere le culotte de cheval, cerca su internet, leggi articoli, chiedi a persone competenti che hanno studiato. Loro sapranno sicuramente darti una risposta più completa ed esaustiva della mia.


Passiamo all’azione

Dopo questa piccola premessa, passiamo subito alla parte più interessante. Come puoi vedere, ho riportato le domande che mi sono state fatte e successivamente la risposta. Buona lettura!

 

Martinasciarroni: Se dovessi immaginare di non poterti allenare per un periodo, come pensi di viverla? Credi che ci riusciresti a stare senza allenamento?

Ciao Martina, assolutamente si.. mi è successo di stare ferma per un paio di settimane quando ero in ferie e l’ho vissuta tranquillamente, anche perchè ero a rilassarmi. Ovviamente in questo caso è stata una mia scelta, ma se dovessi allontanarmi dalla palestra per una questione di salute, sarebbe la stessa cosa. La salute viene prima di tutto. La palestra va vissuta serenamente, come un piacere e non come un dovere, lo dico sempre. In quel caso ci sarebbe qualcosa di sbagliato. 

Paolafitnesslady: In futuro cosa ti piacerebbe realizzare? Nei tuoi sogni c’è la voglia di gareggiare?

Ci sono tante cose che vorrei realizzare in futuro, ma solo una è la più importante: voglio essere fiera e soddisfatta di me stessa, della mia vita e del mio lavoro. Momentaneamente sono un po in alto mare perchè ho tante idee, e da buon capricorno non ho la pazienza di aspettare, vorrei tutto e subito. Ma ovviamente non è possibile! Gareggiare si o no? bè non lo so neanche io. Ci penso spesso e sarebbe una bellissima esperienza, però mi blocca la mia timidezza. Salire su un palco per me è un grosso scoglio. 

Giulietta_meola: Hai mai avuto la ritenzione idrica? Se si, come l’hai combattuta? 

Come il 90% delle donne, assolutamente si! Alimentazione e allenamento aiutano tanto, ma non fanno miracoli. Qui entrano in gioco tanti fattori fra cui la genetica, gli ormoni e le disfunzioni cardiovascolari e/o renali. Personalmente ho trovato beneficio seguendo queste piccole accortezze, ti lascio il link diretto di un mio articolo: 6 Rimedi naturali per sconfiggere la ritenzione idrica + Ricetta. In più ultimamente, da quando ho iniziato il nuovo percorso con il mio preparatore atletico e controllo il rapporto fra acqua e sale (momentaneamente sono a 4lt di acqua e 3gr di sale al giorno) ho notato un notevole miglioramento. Posso dirti che mi è quasi sparita del tutto. Per sapere qual è il rapporto di acqua e sale più adatto a te, ti consiglio di rivolgerti a qualcuno. Se sei seguita da una nutrizionista o da un preparatore atletico, puoi chiederlo a loro. 

Piripi2013: Cosa fai nei tuoi momenti no? Ti è mai capitato di guardarti allo specchio e di non piacerti?

Ogni giorno.. io non sono soddisfatta di me stessa e non mi vedo bene, trovo sempre un difetto. Ovviamente qualche giorno più positivo c’è, mi succede che qualche volta (raramente) vi vedo bene. Cosa faccio? niente, vado avanti per la mia strada perché mi fido del mio preparatore e perché riconosco di essere troppo critica e poco oggettiva con me stessa. 

Elenapirino e Luana_pecoraro: Mi piacerebbe molto sapere di più sul tuo allenamento e su come è cambiato da quando hai iniziato a oggi.  //  Come ti alleni? Qual è il tuo metodo? Prediligi di più i pesi o il cardio? 

Ciao ragazze, partiamo dal presupposto che non sono molto ferrata sull’argomento. Mi piace allenarmi, conoscere la tecnica degli esercizi e via dicendo, ma ahimè non ne capisco moltissimo. Per questo mi sono sempre affidata ad un personal trainer. I miei primissimi allenamenti erano suddivisi in due schede, che facevo alternate per tre volte a settimana. Esempio: 1′ Settimana A – B – A; 2′ Settimana B – A – B; e così via. Una scheda lavorava l’upper, mentre l’altra la parte inferiore. Non facevo cardio e gli addominali li allenavo ad ogni fine allenamento. Con il passare del tempo sono arrivata a 4 allenamenti settimanali, suddivisi per gruppi muscolari con delle sessioni di cardio (questo dipendeva dal periodo, dal mio obbiettivo e dal mio preparatore atletico che ogni mese mi mandava la nuova scheda). Facevo due giorni upper e due giorni lower. Fino ad arrivare ad oggi che faccio sempre 4 allenamenti ma misti, ovvero vado ad allenare sia la parte alta che la parte inferiore nello stesso allenamento e non faccio cardio. Le schede sono tre e si alternano: A – B – C – A // B – C – A – B e così via. Più l’addome ad ogni fine allenamento. Infine preferisco senza ombra di dubbio la sala pesi e odio con tutta me stessa il cardio. 

Fitwhatsername: Qual è stato il tuo primo approccio al mondo del fitness? Come affronti questo stile di vita? Senti mai la voglia di mollare e, se capita, come reagisci?

Mi è successo qualche volta di perdere la motivazione e la voglia, in questo caso ho mollato gli allenamenti per una settimana. Stare lontano dalla palestra mi stimola a riniziare con più entusiasmo. Per quanto riguarda l’alimentazione invece, non ho mai sentito questo bisogno perchè vario molto e non la vivo come un limite, anzi. Fa parte di me. Sono sempre stata una sportiva, fin da piccola ho fatto tantissimi sport tra cui nuoto, ginnastica ritmica, artistica, danza classica, moderna e contemporanea, quest’ultima per 10 anni. Dopodichè ho seguito qualche corso in palestra, fino ad arrivare alla sala pesi. Sono entrata li con tanto timore ma con la voglia di costruire un corpo armonioso e muscolo al punto giusto, senza perdere di femminilità. 

Ludovica_tundoAli_zichi, Glo_chiodetto, _auroramancuso e silviamatina: Ho letto la tua storia e ti volevo chiedere se potevi parlarci meglio di come hai fatto a uscire dall’amenorrea. Sei stata seguita in maniera precisa e mirata?

Il discorso Amenorrea è tanto complicato e delicato. Io non ho curato in maniera mirata il problema, ovviamente sono stata seguita dall’endocrinologa ed ho fatto tutte le analisi necessarie. Nel primo anno ho fatto il progesterone per due volte senza nessun risultato positivo, se tornassi indietro non lo rifarei assolutamente perchè mi ha creato del malessere, mal di stomaco, nausea, debolezza, mal di testa e così via. Dopodichè sono passata alla cura ormonale per 6 mesi, in questo lasso di tempo il ciclo c’era ma ovviamente era fine a se stesso, perchè non era naturale. Difatti una volta smessa la pillola, tutto è tornato come prima. Alla fine si è risolto tutto da solo, il mio corpo quando era pronto ha agito di conseguenza. Ciò che posso dirvi in base alla mia esperienza è che la cosa importante è MANGIARE, non pensarci troppo ed essere in NORMOPESO. Poi tutto il resto verrà da se.

Fit_martina e Verobobisse: In cosa consiste il reiki e in cosa ti ha aiutato?

Bella domanda, il Reiki è una pratica che va a riequilibrare la nostra energia interiore, sbloccando i chakra e portando al benessere psico-fisico. Dai uno sguardo al Blog della mia operatrice Reiki & Dintorni, qui troverai tantissime altre informazioni a riguardo e tanti consigli utili da mettere in pratica. Il Reiki Karuna mi sta aiutando tantissimo a ritrovare maggiore fiducia in me stessa, in ciò che faccio e nei miei obbiettivi/sogni. Riesco a cogliere la bellezza della vita, nelle piccole cose, a commuovermi davanti alla luna, a sentirmi in linea e collegata all’universo. Riesco a cogliere i messaggi che mi manda e a vivere tutto come un’opportunità. Sono ancora più convinta che niente accade per caso, e che ogni cosa (sia brutta che bella) è ciò che deve succedere in quel preciso istante, per arrivare a raggiungere il nostro benessere futuro. E’ la mente e l’approccio verso la vita che sono cambiati. Conosco questa disciplina da tanti anni e non è la prima volta che la pratico. Mi sono riavvicinata al Reiki perchè avevo bisogno di ritrovare la mia serenità interiore, che stavo perdendo. 

Vellamargherita: Nel post sulla tua storia, hai detto che per un po’ di tempo hai fatto una dieta con una quota di proteine molto alte. Che problemi hai accusato e che benefici hai tratto abbassandole?

Avevo continuamente bruciori di stomaco, caviglie gonfie e bocca asciutta. Sentivo sempre il bisogno di bere o di mangiare una caramella. Da quando le ho abbassate ho ritrovato l’equilibrio e non ho più questi disturbi.

Emyemily90: Io mi chiedevo dopo quanto tempo hai iniziato ad avere risultati significativi? E secondo te c’è stato qualcosa in particolare che ti ha aiutato in questo cambiamento?

Mi sono accorta del cambiamento qualche giorno fa, quando raccontando la mia storia ho messo le foto a confronto. Fin ad allora oltre a vedermi aumentata di peso, non riuscivo a vedere altro. Secondo me non c’è stato niente di particolare che mi ha aiutato, ovviamente la persona alla quale ci affidiamo gioca il ruolo più impostante. Per questo motivo bisogna stare molto attenti e scegliere persone competenti e serie, purtroppo oggi come oggi è facile sbagliare perché sul web sono tutti preparatori. 

Lucreziacapri e Clay_jars: Cosa mangi prima e dopo gli allenamenti per stare bene e avere risultati?  //  Volevo chiederti cosa ne pensi del post workout, io sono in massa e ultimamente ho letto pareri contrastanti. Essenziale per alcuni, poco necessario per altri. Tu come lo imposti in proporzione agli altri pasti?

Personalmente credo che i risultati si ottengono mangiando sano e allenandosi con costanza e impegno, indipendentemente dal pre e post workout. Detto ciò, per sfruttare al meglio l’energia data dai carboidrati e dagli zuccheri, io preferisco fare i pasti più abbondanti di quest’ultimi nel pre e post allenamento. Il ‘cosa’ mangio varia in base alle mie voglie, l’importante è fare dei pasti completi di tutti e tre i macronutrienti: carboidrati, proteine e grassi. Senza dimenticarci delle fibre e degli zuccheri. Ad esempio, ultimamente dopo l’allenamento adoro mangiare la zucca al forno con il miele, la cannella e il timo accompagnata da riso basmati o patate dolci, carne o pesce e olio extravergine oppure creme di frutta secca. Per il pre allenamento invece puoi vedere su Instagram perchè combacia con la colazione. 

Leddairene_foodmakesmehappy: Ci racconti del tuo percorso con Ironmanager? Come mai hai cambiato coach?

Qui trovi tutte le infomazioni -> Chi ero, chi sono e come mi sono avvicinata a questo stile di vita.

Mandarinaclaudia: Ci descrivi una tua cena del work day e una del rest day? 

La cena la lascio sempre molto semplice e fra on e off cambia poco, per adesso. Nei giorni di allenamento aumento un pochino la parte dei carboidrati, anche se preferisco farlo nell’arco della giornata visto che la quota è più alta, rispetto ai giorni off. La mia cena è completa di tutti e tre i macronutrienti sempre. Carne, pesce, uova o formaggi magri accompagnati da verdure, gallette di riso, mais, cereali, grano saraceno, avena, ecc e olio extravergine d’oliva. 

Ilaryy91 e Healthylittlecravings: Quante volte ti alleni a settimana? Che tipo di lavoro fai? Ti permette di gestire i tuoi impegni?

Mi alleno 4 volte a settimana e per adesso riesco a gestirmi tutto. Lavoro la mattina da NaturaSi, il pomeriggio in un bar come ‘pasticciera fit’, non saprei come definirmi in sintesi faccio le mie colazioni per la vendita e infine gestisco la pagina social e faccio le foto per un negozio di abbigliamento. 

Blondegirlshavemorefun: Io volevo sapere come ti regoli ad usare l’app 24h su 24h, se certe volte non è noioso o comunque scomodo usarla.

Io la vivo bene perchè per me non è un peso. Si, delle volte è noioso ma conoscendo a grandi linee le mie dosi, succede anche che mi imposto la giornata pasto dopo pasto il giorno stesso. Solitamente lo faccio il giorno prima, in 5 minuti. 

Pistachioandvanilla: Cosa ne pensi dei corsi in palestra? Spesso mi sento dire che non servono a niente e che anzi peggiorano solo la situazione! Io in realtà non ci trovo niente di male (ovviamente non parlo di Zumba o di step ma corsi strutturati con un allenamento ad alta intensità, con anche l’uso di sovraccarichi). Io mi trovo bene anche a livello psicologico perché mi sfogo molto di più rispetto a un allenamento in sala. Poi certo ogni tanto vado comunque in sala, ma per mantenermi in forma secondo me va bene così, anche perché non aspiro a un fisico eccessivamente mascolino, ma a uno asciutto, agile, atletico e femminile con il giusto rapporto di massa magra e grassa.

Non volendo, ti sei risposta da sola. Se ti fa stare bene perchè no? Lo sport è un piacere, quindi devi fare ciò che ti piace di più.

Jessiz.en: Come mai tu e altre food blogger prediligete l’avena?

Perchè l’avena è un cereale nutriente che ha un ottimo bilancio dei macronutrienti. In più è una fonte di carboidrati a lenta digestione, ricca di fibre e in grado di fornire energia a lungo termine, senza causare picchi insulinici. 

Itsisabellabitches: Che esercizi fai per glutei ed addominali?

Per quanti riguarda i glutei faccio squat al cavo + squat step con slancio, mezzo stacco al cavo basso, Abductor squat e affondi. Per l’addome invece i classici crunch, il sit up eccentrico e le alzate a gambe tese con la schiena a terra. 

Mirtillo_e_vaniglia: Quante volte ti alleni a settimana? Come gestivi all’inizio il gonfiore post allenamento? Io mi vedo più grossa e ho un po’ paura. Come gestisci i macros nei giorni on e in quelli off?

Mi alleno 4 volte a settimana e nei giorni On ho più carboidrati e meno grassi rispetto ai giorni Off. Sono seguita da un preparatore atletico e mi gestisce lui sia l’alimentazione che l’allenamento. Per quanto riguarda il gonfiore, non gli do e non gli davo tanta importanza perchè è una condizione momentanea, che poi passa. 

Dolce_smile_cinziafira: Racconta quanto pesi ora, quanto sei alta e come affronti il giorno dopo gli sgarri.

Sono alta 1,60 e peso sui 48Kg, il peso non è molto stabile ultimamente. Dopo gli sgarri riprendo normalmente la mia alimentazione, mentre il giorno stesso cerco di bilanciare i vari macronutrienti in base al pasto che andrò a fare. Ad esempio se mangio la pizza, durante il giorno mi tengo più bassa di carboidrati. Mentre se è un pasto a base di pesce o carne non abbasso niente. Ovviamente il dolce non me lo faccio mai mancare. Infine se lo sgarro non è programmato e non so cosa andrò a mangiare, non mi faccio problemi e lascio tutto invariato. 


Eccoci alla fine, spero di aver risposto a tutte e di essere stata chiara. Vi ringrazio di cuore per aver partecipato.

 

Un abbraccio

Cecilia 

nu3 italia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Scroll Up